Arco Cupidio

scorri indietro scorri avanti

Il borgo di Rosciolo è un tipico borgo rurale/montano dell’Appennino abruzzese. Oggetto di un attento Piano di Recupero redatto nell’anno 2004, offre diverse possibilità di restauro di immobili fatiscenti che possono così tornare a nuova vita. Questo intervento di ristrutturazione si situa proprio in quest’ottica; sulla base di partenza di una vecchia dimora, costituita da stalle al piano terra ed ambienti abitabili al primo livello, si è realizzata una confortevole casa per un single caratterizzata dal forte rispetto per il borgo e per i dettami del Piano di Recupero all’esterno ma innovativa e contemporanea all’interno, pur nel solco della semplicità montana. L’inserimento di una consistente struttura in acciaio come consolidamento e controventamento anche della casa posta a monte (la zona è stata parzialmente investita dal sisma aquilano dell’aprile 2009), casa anch’essa abbandonata da anni e con progressivi crolli dei solai interni, ha fornito un forte orientamento progettuale a tutto l’intervento.

La stessa scala in metallo, raccolta in uno degli angoli della costruzione, ha rappresentato l’occasione per costituire qualcosa di nuovo: in questo caso infatti, negli spazi tra le rampe e le pareti esterne dell’abitazione, si è realizzata una libreria per ospitare i numerosi volumi che costituiscono la biblioteca del proprietario.

In sommità della casa una camera da letto, dotata di cabina armadio e bagno proprio, offre la possibilità di osservare il panorama dell’imponente Monte Velino attraverso un’ampia finestra aprentesi su di un accogliente terrazza.