Casa Sarà

scorri indietro scorri avanti

Le colline pescaresi della zona a ridosso dell’asse autostradale A-25 offrono una serie di piacevoli particolarità: un’ ottima produzione vinicola, buona qualità dell’olio ricavato dalle numerose piante autoctone, un clima caldo d’estate e mite in inverno, ed infine spettacolari viste del complesso montuoso della Maiella.

Queste caratteristiche del territorio hanno ispirato il progetto Casa Sarà, una residenza unifamiliare che è stata pensata per uno stile di vita semplice e legato alla campagna, pur trattandosi di un edificio sofisticato sia dal punto di vista della composizione spaziale che per le tecnologie in esso impiegate.

La costruzione si articola su due corpi di fabbrica (rispettivamente zona giorno e zona notte) suddivisi da uno spazio di servizio ospitante l’ingresso e la scala per il garage interrato; questo spazio è parzialmente scoperto a formare un patio verde completamente vetrato sul perimetro. Sul retro di questo patio è stato posto un ambiente adibito a studio, dal quale si può osservare la zona giorno per poi far cadere lo sguardo, oltre la grande vetrata di tre metri per sette, sulla Maiella che fa quasi da sfondo pittorico.

Lo spazio giorno, dominato dunque da questa grande vetrata che si affaccia sul paesaggio circostante, è integrato con l’ambiente cucina/pranzo che a sua volta ha una naturale prosecuzione nella dinette posta all’esterno, la quale è protetta da una pergola in metallo di colore bianco che fornisce ombra anche ai parcheggi esterni a disposizione dei proprietari della casa e dei loro ospiti.

La zona notte, più riservata, ha tre camere da letto ospitate nella porzione di casa posta “a monte” che si integra con il naturale pendio del terreno circostante, rendendo l’impatto sul paesaggio dell’intera costruzione il più minimale possibile.