Polo scolastico Corradini Fermi

scorri indietro scorri avanti

Il progetto (gestito in associazione temporanea con Pascucci Opere Pubbliche, APM Engineering e Studio Confortini) è stato elaborato nell’ambito di concorso/appalto integrato bandito dal Comune di Avezzano per la realizzazione di un nuovo plesso scolastico a sostituzione delle storiche ma ormai vetuste scuole elementari e medie Corradini/Fermi.

Il nuovo edificio, destinato ad accogliere due sezioni di scuola elementare e tre di scuola media per un totale di 625 alunni, oltre che degli spazi più prettamente didattici si compone di un’aula magna (con possibilità di essere utilizzata da fruitori esterni alla scuola), di una mensa, di una palestra con annesso campo sportivo scoperto, di spazi didattici all’aperto ed infine di comodi spazi di parcheggio per il personale e per i genitori.

Fulcro della composizione architettonica è stata la scelta di posizionare il volume dell’aula magna in guisa di “ponte” sull’ingresso, scelta questa in grado di fornire un duplice vantaggio, ovvero: da un lato la possibilità di avere un portico coperto in corrispondenza dei due ingressi distinti di elementari e medie, cosa molto utile nella stagione invernale specialmente in una città dal clima non mite qual è Avezzano; dall’altro di poter facilitare gli scambi tra il mondo scolastico ed il resto della città, vista appunto la possibilità di un utilizzo separato di questo spazio, dalla parete trasparente e quindi molto comunicativa, al di fuori delle ore della didattica con il suo agevole accesso dall’esterno.

I volumi disposti in modo crescente verso il nord cingono uno spazio a corte centrale, ben visibile e fruibile da tutti i punti del complesso scolastico. Questo spazio è di grande importanza per poter agevolare una didattica di tipo moderno e vicina alla natura, in particolar modo per quanto riguarda i più piccoli.

Una grande attenzione è stata inoltre posta alla fruibilità dei parcheggi ed alla circolarità dei veicoli nell’area, grazie alla creazione di una strada perimetrale in grado di consentire il traffico a senso unico delle vetture dei genitori, oltre che dei mezzi di servizio. L’accesso agli scuolabus è stato invece separato dal precedente, prevedendo una corsia esclusiva a loro dedicata proprio in corrispondenza dell’accesso ai due blocchi.

L’intero complesso è stato ideato seguendo i più recenti criteri progettuali sia per quanto riguarda l’uso interno dei colori, sia circa l’antisismicità relativamente alle strutture portanti, sia infine per i criteri “LEED” (Leadership in Energy and Environmental Design), circa le caratteristiche di classificazione dell’efficienza energetica e dell’impronta ecologica del fabbricato.